GALENA

La galena è un minerale appartenente alla categoria dei solfuri. Per essere più precisi, la galena è un solfuro di piombo. Il suo nome ha origini greche, da una parola traducibile in mare calmo.

In determinati casi questo minerale si contraddistingue per l’elevata presenza di argento. Ecco perché in alcuni frangenti essa viene denominata galena argentifera o anche piombo argentifero.

I giacimenti maggiori si trovano in Gran Bretagna, Repubblica Ceca, in Austria, in Colorado, nell’Idaho. Anche in Italia ci sono discreti giacimenti in provincia di Bergamo, Varese e Lecco. La Galena è una pietra che porta pace e armonia, favorisce la trasformazione ed è indicata per chi ha bisogno di radicarsi alla Terra, di trovare la propria stabilità, la presenza fisica e spirituale necessaria per affrontare la propria vita.

GEODE DI AGATA

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Donec odio. Quisque volutpat mattis eros. Nullam malesuada erat ut turpis. Suspendisse urna nibh, viverra non, semper suscipit, posuere a, pede.

GEODE DI SEPTARIA

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Donec odio. Quisque volutpat mattis eros. Nullam malesuada erat ut turpis. Suspendisse urna nibh, viverra non, semper suscipit, posuere a, pede.

GIADA

La giada è una pietra dura mineralogicamente appartenente ai silicati. Con il nome di giada si indicano di solito la nefrite, un silicato di calcio e magnesio, e la giadeite, un silicato di sodio e alluminio. La nefrite si trova in Turkestan orientale e in Siberia, nella zona del lago Baikal; mentre la giadeite proviene dalla Birmania e giunge in Cina attraverso le Province di Yunnan e Guangdong solo nelle seconda metà del XVIII secolo. Perciò tutta la giada antica è esclusivamente nefrite. Spesso presenta un tono verde/verdastro per effetto della presenza del cromo.È calmante, rassicurante e favorisce la prosperità, i pensieri costruttivi, l’amore e la gioia. Permette di abbattere i muri delle difese affettive e proiettarsi verso l’amore e l’amorevolezza.

GLAUCOFANE

Il glaucofane è un minerale piuttosto raro della classe minerale dei silicati e germanati. Cristallizza nel sistema cristallino monoclino con la composizione chimica Na2Mg3Al2(OH, Fe)2(Si4O11)2. Fu trovato e descritto per la prima volta nel 1845 da Johann Friedrich Ludwig Hausmann. La località tipo è l’isola greca di Syros. Il minerale è stato chiamato glaucofane per il suo caratteristico colore grigio-bluastro dovuto alle antiche parole greche glaukós per scintillante, brillante, luminoso, che significa il brillante splendore del cielo, del mare o dell’occhio umano e lascia un certo margine di spazio per quanto riguarda il colore.

Il glaucofane si forma come un tipico minerale metamorfico, principalmente nell’ardesia e nello gneiss. Si trova negli scisti cristallini associato a minerali come la giadeite, la lawsonite e la pumpellyite.

Aiuta la trasformazione e il mutamento interiore, porta gioia e leggerezza ma anche la forza interiore necessaria per poter lasciare andare le convinzioni più radicate a favore dell’evoluzione.

 La fuchsite, filosilicato di potassio, alluminio, cromo e fluoro cristallizza nel sistema monoclino. Porta luce nel cuore e nei pensieri e aiuta a ritrovare empatia e leggerezza.

GRANATO

Dato il suo colore rosso, gli antichi associavano il granato al sangue nel suo stato più puro. Le culture indigene del Brasile chiamavano questa pietra "il sangue della terra", perciò la consideravano responsabile della fertilità del suolo e della ricchezza della vegetazione della selva tropicale.

Come pietra sanguigna, energeticamente, corrisponde al fluido vitale che anima il corpo fisico e la vitalità mentale.

Purifica il sangue e amplifica la vitalità, sensualità e sessualità. E’ considerata una pietra erotica perché risveglia l’empatia e l’impulso creativo.

GRANATO VERDE

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Donec odio. Quisque volutpat mattis eros. Nullam malesuada erat ut turpis. Suspendisse urna nibh, viverra non, semper suscipit, posuere a, pede.